Piccola Cucciola

Quando mia madre se ne andò, cercai per anni una sua lettera, un messaggio per me: non era possibile che se ne fosse andata senza dirmi niente…

Con il tempo fu chiaro, ed oggi più che mai, che mia madre non avrebbe potuto scrivere nessuna lettera perché non esistono parole sufficienti per dire ad una figlia quanto la si ama e, anche se esistessero, il senso delle parole che una madre scrive a sua figlia sono, per sua figlia, incomprensibili.

Sì, incomprensibili. Incomprensibili ed anche pallose, noiose come lo saranno per te, queste mie, ma almeno eviterai di cercare, di farti domande come ho fatto io. Magari la leggerai fra anni, non importa. Dovevo farlo, per Te, per me.

Le esperienze di vita e, soprattutto, la maternità daranno le risposte a tutte le domande che ti porrai, perché succederà, te le porrai.

È un’esperienza bellissima, magica, quasi mistica, ricchissima d’amore ma molto impegnativa: quel cordone ombelicale che unisce il feto alla madre è la cosa più faticosa e difficile da tagliare. Non è assolutamente vero che lo tagliano in sala parto, ci vuole un’intera vita a tagliarlo, non è immediato come si dice, non è un colpo di forbici e via. Eh no! È un tempo indefinito, incessante e faticoso che impegna madre e figlia in un continuo lavoro creativo, invisibile, di responsabilità e, spesso, inconsapevole.
Sì, creativo: nessuno ti insegna ad essere madre e nemmeno figlia, non esiste il prontuario della buona madre o della buona figlia, ma è un rapporto che si crea giorno per giorno e del quale ne abbiamo piena responsabilità. Si azzarda in due, si agisce in due senza mai la certezza delle conseguenze o dei risultati.

Le sento le tue parole… “Eh no, mi hai messo al mondo te, io non ho chiesto di nascere!” Beh, non è proprio così: abbiamo scelto di venire insieme, io prima e tu dopo, inconsapevoli e ben consapevoli animisticamente del lavoro che dovevamo compiere. Solo l’anima sa, solo il cuore sa quale sia il percorso che ci siamo scelte e, come avrai già ben capito, non è semplice seguire il cuore.

Ci vuole coraggio, immenso coraggio, perché il bisogno più grande dell’uomo è quello di essere amato e, per essere amato, deve essere buono o almeno apparire tale. Ma, in quest’ultimo caso, la scelta è pensata, non sentita. Si pensa cosa potrebbe essere giusto fare o dire affinché, le persone a cui teniamo, ci vedano buoni e bravi e quindi degni d’amore. In cuor nostro però sappiamo che non è leale, che è finzione. Andare per la propria strada senza l’approvazione degli altri, non è semplice. Io c’ho provato: nel continuo altalenare di mente e cuore, davvero, c’ho provato.

Ho sbagliato? Sì, molto. Ho sbagliato moltissimo ma almeno c’ho provato.

E, seppur abbia provato, non ci sono ancora riuscita completamente.
Ma è proprio questo l’esempio che forse dovevo essere per Te. Forse è questo quello che abbiamo scelto prima di venire: credo di averti insegnato a scegliere, ad ascoltare il cuore, a seguire le tue passioni e a credere nei tuoi sogni. A pretendere l’amore vero e non quello di comodo, a cadere e rialzarti, ad azzardare, mai troppo, per non mettere in pericolo le tue sicurezze o la tua indipendenza. A dire no quando tutti dicono sì senza convinzione, ad affrontare i problemi senza tirarti indietro. A chiederti il perché delle cose e a metterti in discussione.

A dire ho sbagliato e a chiedere scusa. Ti ho insegnato forse anche a soffrire in silenzio e a non pesare troppo sugli altri perché ognuno ha le sue e darsi, nel pieno del proprio dolore, darsi e girarsi ad aiutare gli altri. Sono certa che le difficoltà, i dolori immensi, i cambiamenti arrivano nella vita di coloro che sanno sostenere, affrontare e alla fine reagire. Re-agire: agire contro.

Tutto è insegnamento, tutto è utile e, soprattutto, ciò che si dà prima o poi torna. Non so dirti amore mio quando torna, ma torna sempre.

Ti guardo e vedo una donna piena di coraggio e passione, ambizione, volontà e senso del dovere. Vedo anche una bellissima ragazza piena di vita che merita di giocare e divertirsi: non prendere mai la vita troppo seriamente perché non c’è niente di più bello ogni tanto che alzare le spalle, mandare in basso gli angoli della bocca a dire boh! e vivere quello che viene con il sorriso stampato in faccia. Ridi a squarciagola, corri come una pazza contro il vento, esci dalla fila indiana e prova, prova sempre senza mai stancarti a realizzare tutti i tuoi sogni anche se ti porteranno ad andare contro corrente. I desideri sono fatti per essere realizzati e Tu, Anima bella, ce la farai perché sei una di quelle che è destinata a farcela.


Ti amo di un amore grande, immenso ed immortale e ci sarò sempre, ovunque andrai, dovunque vorrai, io arriverò, costantemente impegnata a tagliare quel cordone ombelicale! Sono immensamente fiera ed orgogliosa di te, ora, sempre, per sempre ed oltre. Sei il mio capolavoro, l’amore più bello e vero che la vita mi abbia mai donato. Con te e attraverso Te ho scoperto cos’è l’amore vero. Grazie!

Ti adoro, piccola cucciola

#mamma #amore #sogni #desideri #figlia #infinito #eterno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *